Ancona, maxi incendio nel porto. Nessun ferito, scuole chiuse

2 mesi fa
16 Settembre 2020
di vincenzo carlomagno

Ancona, maxi incendio nel porto nella notte. Nessun ferito. Notte agitata per gli abitanti di Ancona. Un incendio di notevoli proporzioni ha interessato la zona del porto della cittadina marchigiana. Si ipotizza che siano esplose delle bombole di acetilene. Il vento avrebbe poi contribuito ad alimentare le fiamme.

Le fiamme sono divampate nella zona portuale intorno alla mezzanotte. Ai vigili del fuoco, prontamente intervenuti, sono state necessarie due ore per domare l’incendio, con fiamme alte decine di metri. I vigili del fuoco stanno ultimando le procedure di spegnimento degli ultimi focolai ancora attivi.

Incendio nel porto di Ancona

L’incendio, fortunatamente, non ha provocato danni a persone. Solo tanto, comprensibile, spavento. Dalla zona interessata è possibile vedere anche a molti chilometri di distanza una densa coltre di fumo.

La zona colpita, quella portuale, è un’area interessata da molte attività. Risultano distrutti alcuni capannoni dei cantieri navali, ma per fortuna non sono stati coinvolti gli operai di un’azienda ittica attiva nelle vicinanze dell’incendio.

Il sindaco della città, Valeria Mancinelli, a scopo precauzionale, ha disposto la chiusura per la giornata odierna di scuole, università, parchi e attività sportive all’aperto. L’intera città è avvolta da un odore acre. Rischi di danni ambientali e inquinamento sembrerebbero essere scongiurati, ma sono in corso ulteriori esami per stabilirlo.

Materiali infiammabili le probabili cause dell’incendio

Bisogna infatti ricordare che nella zona coinvolta erano presenti in vari capannoni bombole di acetilene, vernici e altri materiali potenzialmente pericolosi e tossici. Potrebbe essere stata proprio l’esplosione delle bombole a causare questo grosso incendio. L’acetilene, infatti, è un gas altamente infiammabile, utilizzato in ambito industriale per la lavorazione dell’acciaio, per il taglio dei metalli e per la saldatura.

La situazione appare comunque sotto controllo. Non dovrebbero quindi esserci problemi per il regolare svolgimento delle elezioni che domenica e lunedì porteranno alle urne gli anconetani per il rinnovo del consiglio regionale, oltre che per il referendum sul taglio dei parlamentari.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube e su Google News.

temi di questo post