Scuola, per le Regioni è impossibile far tenere le mascherine ai ragazzi in classe

3 mesi fa
26 Agosto 2020
di redazione herald

Scuola, mascherine in classe: per Toti le regioni sono contrarie. A quanto pare, le regioni italiane sono contrarie all’utilizzo della mascherina in classe contro il coronavirus. A dirlo è il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, preoccupato per le condizioni del rientro in classe degli alunni a settembre.

“Credo che il no all’obbligo della mascherina in classe sia una posizione ampiamente condivisa dalle Regioni”, ha detto Giovanni Toti. “Così ho sentito esprimersi tanti governatori”, ha rincarato la dose da Genova.

Scuola, mascherine in classe, impossibile farla tenere, soprattutto ai bambini

Per Toti, infatti, è quasi impossibile costringere i bambini alla mascherina. “Mi sembra poco proponibile tenere i bambini seduti con una mascherina per molte ore”, ha spiegato il governatore ligure.

Ma non è solo la mascherina l’unico argomento di discussione per il rientro a scuola. “La mascherina non è l’unico problema che abbiamo”, ha continuato Toti. “Va risolto quello della rilevazione della temperatura”.

Per Toti, inoltre, è importante chiarire “come portare a scuola i ragazzi su un sistema di trasporto pubblico per il quale il governo continua a dare regole impraticabili”.

Non è ancora chiarita, inoltre la questione “dei banchi singoli, che non sappiamo – ha aggiunto il governatore – a chi sono stati ordinati”. Restano quindi molti dubbi su come sarà la scuola di settembre, atteso che il governo è intenzionato a riaprire ad ogni costo.

Le critiche al governo

Sul rientro a scuola, pesanti critiche ad Azzolina sono arrivate anche da Matteo Salvini, segretario della Lega. “Mi piacerebbe fare un dibattito con la signora Azzolina qui a Salerno – ha detto dalla Campania Matteo Salvini – con le mamme, gli studenti e gli insegnanti”.

“É a carico delle famiglie perfino misurare la febbre tutte le mattine a casa dei bimbi prima di uscire. Una scuola normale almeno la misurazione della febbre la fa all’ingresso tutte le mattine. Questi stanno scaricando le loro incapacità sulla pelle dei sindaci, dei presidi, delle mamme, dei papà e degli insegnanti”.

Vedremo adesso quali saranno le decisioni del governo in merito al rientro a scuola. A destare preoccupazione è anche il protocollo da adottare in caso di contagi all’interno dell’istituto scolastico.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube e su Google News.

temi di questo post