Spezia, storica promozione in Serie A: ma la festa è senza regole

3 mesi fa
21 Agosto 2020
di vincenzo carlomagno

Prima promozione in Serie A per lo Spezia: festa senza regole. Si è finalmente concluso il campionato di Serie B. Dopo un anno e un lungo stop per la pandemia di Coronavirus, ieri sera è andato in scena l’ultimo atto.

Era in programma la finale di ritorno dei play-off tra Spezia e Frosinone, per stabilire l’ultima promozione in Serie B. La formazione ligure si era imposta all’andata per 1-0. Ieri sera i laziali hanno vinto a La Spezia con lo stesso risultato.

A festeggiare però è stato lo Spezia, in virtù della migliore posizione in classifica durante la stagione regolare. Infatti, i liguri avevano concluso la stagione al terzo posto, contro l’ottavo del Frosinone.

Assembramenti dopo la promozione dello Spezia in Serie A

La formazione guidata da Vincenzo Italiano viene quindi promossa in Serie A dopo 114 anni dalla fondazione della società. La promozione è stata conquistata sul campo di casa, a porte chiuse per le note norme anti Covid, che vietano assembramenti e la presenza dei tifosi negli stadi.

Questo però non ha impedito che un migliaio di tifosi si accalcasse fuori lo stadio Alberto Picco durante la partita. Chi ha seguito la partita da casa su Raidue, ha potuto ascoltare chiaramente il tifo dei sostenitori dello Spezia durante tutta la partita.

Festeggiamenti senza regole

Al fischio finale è scattata la festa in tutta la cittadina ligure. Ovviamente era utopistico far rispettare il distanziamento sociale, nonostante gli inviti della società e delle autorità prima della partita. Poche anche le mascherine indossate, dando il via a prevedibili polemiche. Del resto, sono scene già viste altrove.

Festeggiare un momento storico per una cittadina di circa 90000 abitanti come La Spezia era lecito e prevedibile. Fa però un po’ sorridere la contraddizione di vietare l’ingresso negli stadi ai tifosi, e permettergli di riunirsi fuori da essi.

Non era forse più sicuro far entrare un numero di tifosi in modo da garantire un minimo di distanziamento? Si sarebbe potuto ricalcare il modello usato per lo svolgimento dei concerti.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube e su Google News.

temi di questo post