Perché la montagna è la destinazione ideale per le vacanze estive 2020

3 mesi fa
18 Giugno 2020
di redazione herald

Vacanze estive 2020 in montagna. “La montagna sarà la destinazione turistica preferita per le vacanze estive 2020”. A dirlo è uno studio condotto dall’Università della Valle d’Aosta e dalla Libera Università di Bolzano su un campione di più d 1500 italiani intervistati.

Per l’estate 2020, gli italiani ritengono quindi la montagna molto più congeniale alle esigenze anche di sicurezza dopo l’emergenza coronavirus. La ricerca, infatti, aveva l’obiettivo di “studiare le esigenze e i possibili comportamenti dei consumatori italiani nel settore turistico in seguito all’emergenza Covid-19”.

Secondo la ricerca, quindi, meglio una vacanza sulle Dolomiti del Trentino Alto-Adige o sulle meravigliose alpi della Val d’Aosta, rispetto alle spiagge super affollate italiane.

Vacanze estive 2020 in Montagna: la scelta degli italiani

Quest’anno è meglio andare in vacanza in montagna. Almeno così pare. “I risultati dello studio mostrano anche – spiega Consuelo Nava, docente Univda – che il turista ha la necessità di ricevere informazioni il più possibile in tempo reale, soprattutto in merito al grado di affollamento di attrazioni e percorsi turistici”.

Gli italiani, quindi, stando alla ricerca, considerano la montagna come una luogo più sicuro rispetto al mare, che evoca più l’idea di caos e affollamenti. Il livello di sicurezza percepito, inoltre, aumenta col passare delle settimane. I mesi agosto e settembre sono considerati più sicuri dei mesi di giugno e luglio.

Dove alloggeranno gli italiani e quanti non si sposteranno

Per quanto riguarda le strutture ricettive, gli italiani quest’anno dovrebbero prediligere gli appartamenti. Una scelta in controtendenza rispetto agli ultimi decenni, anche per la migliore gestione interna. Alberghi e residence, infatti, sono considerati luoghi più imprevedibili da un punto di vista degli incontri.

Ciò non vuol dire che per le strutture alberghiere le porte sono chiuse. Per loro, infatti, c’è da vincere la sfida della conquista della fiducia del cliente, quanto soprattutto a sicurezza sanitaria. La clientela post covid, infatti, chiede maggiore igienizzazione degli spazi comuni e delle camere, oltre a un maggior numero di posti a sedere negli spazi esterni.

Purtroppo, il coronavirus ha inciso negativamente anche nelle tasche degli italiani. Circa il 30% degli intervistati, infatti, ha ammesso che non potrà permettersi una vacanza per via dei problemi economici della crisi da coronavirus. Non solo, in questo 30% c’è anche una percentuale che ritiene ancora poco sicuro, da un punto di vista sanitario, spostarsi.
Herald Italia sostiene il turismo italiano con il Progetto Vacanze in Italia. Dai uno sguardo e segnala l’opportunità ad albergatori e operatori turistici.