Manifestazione operai Whirlpool di Napoli: il corteo inizierà a breve

3 mesi fa
23 Luglio 2020
di redazione

Nuova manifestazione degli operai Whirlpool di Napoli. Gli operai dello stabilimento napoletano della Whirlpool scendono nuovamente in piazza per lottare. La manifestazione di oggi è incentrata sul rispetto dei patti che l’azienda ha preso con il governo. Come ricorderete, la sede di Napoli era a rischio chiusura. Ma, nel 2018, grazie ad un piano industriale, la situazione sembrava ormai risolta.

Manifestazione degli operai Whirlpool di Napoli: a breve inizierà il corteo

La richiesta degli operai è molto semplice. Il rispetto, da parte di Whirlpool, degli accordi presi con il governo nel 2018 per evitare la chiusura dello stabilimento di Napoli. La manifestazione ha come protagonista un corteo che partirà a breve dalla stazione di Mergellina. I presenti percorreranno buona parte del lungo mare, fino ad arrivare al consolato americano. Alla manifestazione hanno partecipato operai provenienti da tutti i stabilimenti Whirlpool di Italia.

Per questo motivo ci sono molti manifestanti. Secondo una stima, si parla di circa 600, 700 persone. Non mancano nemmeno i rappresentati dei sindacati Fim, Fiom ed Uilm. Gli operai hanno già ribadito che andranno avanti ad oltranza fino a quando non avranno evitato la chiusura dello stabilimento napoletano. La redazione di Herald Italia è presente alla manifestazione. Siamo riusciti ad intervistare Paolo Carini, il coordinatore nazionale del sindacato Whirlpool.

Oltre la manifestazione, il 31 luglio è anche previsto un incontro al ministero dello Sviluppo economico. Tra i manifestanti non ci sono solo operai Whirlpool. Hanno partecipato anche delegazioni di altre aziende della provincia di Napoli. Una scelta presa non solo per solidarietà, ma anche per sottolineare l’importanza che ha la questione per il territorio.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube.

temi di questo post