La birra previene le malattie cardiovascolari e non solo

1 anno fa
15 Maggio 2019
di redazione herald

Le ricerche scientifiche dicono che bere una buona birra non solo non fa male, ma addirittura apporta dei notevoli vantaggi alla nostra salute. Tutto ciò tenendo sempre presente che si tratta di una bibita alcolica, che va consumata sempre in maniera moderata per evitare che i vantaggi si trasformino in pericolosi svantaggi per la salute.

Ecco alcune caratteristiche “salutari” della birra:

La birra è fonte di proteine, vitamine e antiossidanti di tipo B. L’apporto di vitamine e proteine della birra è infatti superiore anche rispetto al vino, mentre contiene meno antiossidanti del vino rosso (più rispetto al bianco).

La birra migliora la funzione intestinale. 
Molti studi hanno dimostrato che la birra è fonte di fibre solubili, derivanti dal malto d’orzo, che aiutano a riequilibrare le funzioni del nostro intestino.

La birra riduce il rischio di malattie cardiovascolari. Fondamentale in tal senso è che il consumo della birra, così come per il vino, deve essere moderato. Quando è moderato, il consumo di birra può ridurre il rischio di malattie cardiache, in virtù alla capacità di aumentare i livelli di colesterolo sano, che preserva le arterie dalla coagulazione, garantendo fluidità al sangue.

La birra rafforza le ossa. L’alto contenuto di silicio – un minerale – garantisce il rafforzamento del nostro sistema osseo, soprattutto per le donne che si trovano in menopausa.

temi di questo post