Concorso allievi agenti Polizia di Stato: bando, domanda e dove studiare

5 mesi fa
19 Maggio 2020
di redazione herald

La Polizia di Stato ha indetto un concorso per 1350 allievi agenti della Polizia di Stato, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale ovvero in rafferma annuale in servizio o in congedo.

Termini e indirizzo per la presentazione delle domande

Le domande di partecipazione – si legge sul sito della Polizia di Stato – potranno essere presentate dalle ore 00.00 del 16 maggio 2020 alle ore 23.59 del 15 giugno 2020, utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it.

Concorso allievi agenti Polizia di Stato: i requisiti e il bando

Oltre ad essere volontari in ferma prefissata, tra i requisiti di partecipazione vi è il diploma di scuola secondaria, la cittadinanza italiana e il godimento dei diritti civili e politici. Per quanto riguarda l’età, il bando prevede un’età compresa tra i 18 e i 26 non compiuti. Scarica il bando per tutte le informazioni.

Le prove per il superamento del concorso

Il concorso prevede innanzitutto una prova scritta d’esame, con un questionario a risposta multipla su argomenti di cultura generale e altre materie individuate dal bando. Dopo il superamento della prova scritta, il candidato dovrà superare l’accertamento dell’efficienza fisica. A seguire le prove psico-fisiche, attitudinali e la valutazione dei titoli.

Concorso allievi agenti Polizia di Stato: dove studiare

Il superamento del concorso è legato allo studio e alla preparazione per la prova scritta e tutti gli altri accertamenti fisici, psicologici e attitudinali. Per quando concerne lo studio per le prove scritte, consigliamo la manualistica tradizionale in materia. Tra questi c’è lo storico manuale Nissolino, consultabile e acquistabile direttamente a questo link: Concorso Polizia di Stato. Allievi agenti. Teoria e test per la prova scritta d’esame.

Per la preparazione degli accertamenti psicologici e psicofisici, molto utile può essere una chiacchierata con un professionista psicologo o psichiatra. In tal senso vi consigliamo di leggere la nostra guida: Come affrontare il colloquio con lo psicologo nei concorsi per le forze armate. Vedi anche: Concorso Allievi Carabinieri 2020, dove studiare.