Salvini da Castel Volturno attacca i manifestanti di Mondragone, foto-video

5 mesi fa
30 Giugno 2020
di redazione herald
Salvini da Castel Volturno attacca i manifestanti di Mondragone, foto-video

Salvini a Castel Volturno. Sono circa una cinquantina, tra residenti amministratori locali, le persone che hanno accolto questa mattina Matteo Salvini a Castel Volturno. Matteo Salvini è arrivato nella piazza principale del comune litoraneo della provincia di Caserta intorno alle nove. Si è trattenuto a parlare con i giornalisti presenti, ha scattato qualche selfie e ha consumato un caffè nel bar del paese.

La visita di Salvini a Castel Volturno

Salvini a Castel Volturno, l’attacco: dietro manifestanti di Mondragone “c’è la camorra”

Moltissime le domande su Mondragone, dopo la situazione difficilissima di ieri, dove una folla di manifestanti ha di fatto impedito al leader leghista di fare il suo comizio a ridosso della mini zona rossa.  “Torniamo, se serve io tutte le settimane torno a Mondragone ha detto Salvini -. Mi è dispiaciuto da ex ministro dell’Interno vedere quei poliziotti e quei carabinieri dover tenere a bada quei quattro pirla.”

Salvini getta ombre sull’organizzazione della protesta a Mondragone. “Se uno indossa una divisa vorrebbe inseguire i delinquenti veri, non quei figli di papà. Io sono convinto che ci sia dietro anche le mani della malavita organizzata e della camorra, perché la camorra è l’unica che ha interesse a che in Campania non cambi nulla.” A Mondragone forse c’era qualche componente dei centri sociali. Ma noi di Herald Italia, che abbiamo seguito la manifestazione, ci siamo resi conto della presenza di moltissimi residenti di ogni età, che hanno vissuto – ha torto o a ragione – la visita di Salvini in questo momento storico come una speculazione politica.

La passeggiata lungo il fiume Volturno

La battuta su De Luca e i problemi di Castel Volturno

Salvini a Castel Volturno ha mandato anche l’ennesimo messaggio al governatore Vincenzo De Luca. “Non so se avete notato, De Luca comincia ad aver paura. Sono preoccupato perché oggi non ancora mi ha insultato.”

Poi sulla realtà del comune di Castel Voltuno: “c’è il problema nel problema: non può essere ricordata dalle televisioni, come la città italiana con la più alta presenza di immigrati clandestini. Io vorrei che di Castel Volturno si tornasse a parlare per altro. Per le bellezze. Non ci sono soluzioni in un quarto d’ora, ma fare lavoro, lavoro, lavoro. Ovviamente non devi farne arrivare di nuovi. Se già è faticoso mandarli via quelli che già ci sono e ne fai sbarcare altre migliaia non fai una cosa intelligente.” La diretta completa del discorso di Salvini a Castel Volturno.

Salvini a Castel Volturno
Selfie con i residenti

temi di questo post