Conte proroga lo Stato di emergenza al 15 ottobre: cosa comporta

2 settimane fa
29 Luglio 2020
di redazione

Conte proroga lo stato di emergenza, cosa comporta. Alla fine è successo, il premier Giuseppe Conte ha prorogato lo stato di emergenza fino al 15 ottobre. Il via libera è arrivato al Senato, ma per il rotto della cuffia. Sono stati 157 i voti a favore, 125 i contrari e 3 gli astenuti.

Conte proroga lo stato di emergenza: cosa comporta l’estensione

Il premier, prima del voto in Senato, ha spiegato le ragioni che lo hanno spinto a prendere questa decisione. In sintesi, lo stato di emergenza permette allo stato di intervenire velocemente ed efficacemente. Secondo Conte si tratta quindi di uno strumento necessario, perché il virus è ancora in circolazione. Una spiegazione che però non convince le opposizioni, che si sono dichiarate sconcertate.

Ma cosa prevede effettivamente lo stato di emergenza? Partiamo dall’inizio. Lo stato di emergenza è regolato dalla legge 24 febbraio 1992 n. 225. Ed all’articolo 5 reca norme concernenti lo stato di emergenza e il potere di ordinanza ad esso connesso. Ha una durata di circa tre mesi ed è prorogabile solo una volta per altri 60 giorni, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri. Ci sono diversi interventi che questa disposizione legittima.

Tra questi, ad esempio, l’organizzazione e l’effettuazione degli interventi di soccorso e di assistenza ai soggetti colpiti dall’evento. Oppure la messa in sicurezza degli edifici pubblici e privati e dei beni culturali gravemente danneggiati. Lo stato di emergenza da più spazio anche allo smart working: con la proroga è possibile continuare a sfruttare questa modalità di lavoro fino allo scadere dello stato di emergenza. Sarà possibile, inoltre, sarà anche possibile istituire delle zone rosse.

Effetti sulla scuola e sulle pensioni

Lo stato di emergenza permette anche al commissario Domenico Arcuri di poter adottare delle misure straordinarie per la scuola. Misure che riguardano, ad esempio, l’acquisto di strumenti ed oggetti vari, come i banchi, saltando alcuni passaggi per l’affidamento degli appalti che avranno dei percorsi agevolati. Anche per le pensioni ci saranno alcune agevolazioni. Nel dettaglio, continuerà l’anticipo dei termini di pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento per gli invalidi civili.

Con lo stato di emergenza sarà anche possibile, come già successo, bloccare i voli da e per altri paesi per motivi sanitari. Conte ha anche sottolineato che è previsto il noleggio di navi per la sorveglianza sanitaria dei migranti. Infine, la proroga estende il coordinamento attribuito alla Protezione Civile e non cessano i poteri straordinari di cui godono alcuni soggetti attuatori, come i presidenti di Regione.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube e su Google News.

temi di questo post