Napoli, per ribaltare Londra serve un miracolo come quello di Diego

2 anni fa
15 Aprile 2019
di pasquale pollio

La strada degli azzurri verso la trasferta di Londra, spartiacque della stagione, non era stata delle migliori: con un unico punto conquistato in campionato tra Empoli e Genoa – cosa che aveva fatto infuriare il serafico Ancelotti – gli azzurri avevano probabilmente abbassato la soglia di attenzione in virtù di una qualificazione Champions ormai ottenuta in campionato.
Il Napoli si è poi presentato a Londra con il canonico 4-4-2, dove per mettere in difficoltà la legnosa difesa inglese Ancelotti ha schierato Mertens ed Insigne coppia d’attacco, in balia dei Gunners durante tutto il primo tempo. Durante i primi ’45 di Londra, infatti,  si è visto un Napoli troppo brutto per essere vero;
e nonostante nel secondo tempo la squadra abbia costruito qualche sporadica occasione da gol, solo la splendida prestazione di Meret ha evitato che il discorso qualificazione fosse già chiuso.
Ora servirà un’impresa per ribaltare il risultato al San Paolo, come accadde nel lontano 1988/89 con la rimonta nei quarti di finale della Coppa Uefa contro la Juventus, grazie alle prodezze di Maradona, Carnevale e Renica.
Intanto, per prepararsi allo scontro che vale una stagione, gli azzurri si sono “allenati” a Verona contro il Chievo retrocesso, dove nonostante le dichiarazioni nella conferenza post partita di Ancelotti, la squadra non ha giocato una partita brillante.
Vi aspetto per discutere di questo ed altro stasera a Goleada Azzurra, ore 21 su Partenope TV Canale 188 DT Campania, 190 DT Puglia e Sky 823