Vivere vicino al mare rende felici e allunga la vita, a dirlo è la scienza

1 anno fa
23 Giugno 2019
di redazione herald

Che la vicinanza al mare abbia degli effetti benefici per la mente ed il corpo è un dato facilmente riscontrabile: basta passare un periodo di tempo al mare per capire quanto benessere porti l’aria e l’ambiente marino. Un’idea molto diffusa, che trova riscontro anche in ambito scientifico: secondo una ricerca dell’Università inglese di Exeter, le persone che abitano sulla costa e vicino al mare, vivono meglio, in salute e sono più felici. Non solo la salute ed il semplice benessere fisico, ma anche uno stato emotivo migliore di chi è preso dal caos quotidiano della città.

I dati dell’Università di Exeter. Da un punto di vista scientifico, i veri benefici sono palesi quando la distanza dal mare è – secondo lo studio – a meno di un chilometro: questo aumenta mediamente la forma fisica e diminuisce il rischio di sviluppare patologie. Lo studio, condotto su 48 milioni di persone, ha registrato una condizione di salute tendenzialmente migliore rispetto a chi abita nell’entroterra, lontano dal mare.

Quali i tipi di benefici. Sicuramente si registra un’aumento del benessere generale a livello psico-fisico. Le persone vicine al mare, infatti, hanno un minore carico di stress in quanto sono più inclini a fare passeggiate e godere del’esercizio fisico, sfruttando la possibilità di nuotare o comunque stare a stretto contatto con l’acqua del mare, un vero toccasana soprattutto a livello antinfiammatorio per la pelle. La brezza marina, inoltre, rappresenta un vero e proprio aerosol naturale: ideale per prevenire ogni tipo di malattia respiratoria. Non è il primo studio di questo tipo: anche il biologo Wallace J. Nichols, ha affermato che la vicinanza al mare, grazie al rilascio di dopamina e serotonina, aumenta sensibilmente il livello di buonumore della persona.

temi di questo post