Tragedia in Sardegna: uomo si tuffa per salvare il figlio e l’amico, poi muore

1 mese fa
10 Agosto 2020
di redazione

Sardegna, un uomo si tuffa per salvare il figlio e l’amico, poi muore. Ieri mattina una tranquilla giornata a mare in Sardegna, più precisamente a Feraxi nel comune di Castiadas si è trasformata in tragedia. Un uomo di 53 anni si è tuffato per salvare suo figlio ed un suo amico. Dopo essere riuscito a trarre in salvo i due però, ha perso la vita a causa di un annegamento.

Sardegna, uomo si tuffa per salvare il figlio e l’amico, poi muore: l’ipotesi del malore

Alessandro Perra, questo è il nome dell’uomo di Selargius che ha perso la vita, si è gettato in mare per salvare suo figlio ed un amico. A quanto pare i due giovani, a bordo di un materassino, erano stati spinti al largo dalle onde del mare.

L’uomo di 53 anni si è quindi gettato in mare per salvare i due, ma sfortunatamente è poi annegato. Stando ad una prima ipotesi, è probabile che Alessandro Perra sia stato colpito da un malore mentre era in acqua.

Stando ad una prima ricostruzione, a quanto pare anche altri bagnanti si erano tuffati in mare. Sono stati proprio loro a soccorrere l’uomo, che è stato subito portato a riva. I vigili del fuoco di San Vito hanno soccorso il 53enne in attesa dell’arrivo dell’elicottero del servizio sanitario regionale.

La situazione sembrava però già grave e, purtroppo, poco dopo l’uomo ha esalato l’ultimo respiro. L’equipe medica ha fatto di tutto per poter salvare Alessandro Perra, ma non hanno potuto fare nulla.

Sul posto sono poi arrivati i carabinieri di Castiadas per effettuare tutti i rilievi del caso. Il giudice ha già disposto la restituzione della salma alla famiglia. La morte dell’uomo ha suscitato grande cordoglio.

Il 53enne era conosciuto ed apprezzato dalla sua comunità. Lavorava all’interno di una salumeria che da poco aveva aperto a Cagliari.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube e su Google News.

temi di questo post