Tragedia a Modica, muore un bimbo di un anno: sul corpo ci sono dei lividi

6 mesi fa
17 Agosto 2020
di redazione herald

Tragedia a Modica, muore un bimbo di un anno. Una tragedia è avvenuta a Modica, città del libero consorzio comunale di Ragusa in Sicilia. Un bambino di un anno è morto dopo essere arrivato in gravissime condizioni all’Ospedale locale.

Il bambino è originario di Rosolini, un comune di 20 mila abitanti in provincia di Ragusa. Secondo le prime informazioni disponibili, il piccolo sarebbe arrivato accompagnato da entrambi i genitori in Ospedale, che lo hanno seguito insieme al 118.

Al momento, le cause del decesso non sono ancora chiare. Secondo le prime informazioni, sul corpo del bambino ci sarebbero dei lividi. Alcuni lividi sono stati segnalati nella zona del collo e sul volto. La tragedia sarebbe avvenuta intorno alle 13.

Modica, muore bimbo di un anno: nessuna ipotesi può essere esclusa

Intanto è già stata disposta l’autopsia per comprendere a fondo le cause del decesso del piccolo. Al momento nessuna ipotesi può essere esclusa. Intanto, la procura sta per aprire una inchiesta per accertare le cause del decesso.

Le testimonianze dei genitori del bambino, nel frattempo, saranno fondamentali. Si tratta di una immane tragedia che sconvolge tutta la popolazione del comune siciliano. La notizia ha sconvolto l’intera comunità della cittadina siciliana.

Secondo quanto riportato da Tgcom24, a chiamare i soccorsi sarebbe stata una vicina di casa. La vicina si sarebbe allarmata date le fortissime urla da parte della madre. Poco dopo sarebbe giunto il 118 che ha prelevato il bambino e lo ha trasportato in Ospedale.

I sanitari purtroppo nulla hanno potuto: il cuore del bambino ha smesso di battere. Come detto, i genitori hanno seguito il bambino in Ospedale. Adesso sono entrambi in stato di shock. Non è da escludere che vengano sentiti molto presto dagli inquirenti.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Segui la nostra redazione giovane e indipendente con un like alla nostra pagina Facebook Herald Italia. Cerchiamo di assicurare sempre un’informazione responsabile e di qualità. Puoi seguire anche il canale Herald Italia su You Tube e su Google News.

Temi di questo post