Tonnellate di pesce sequestrato, in puglia polpi scaduti nel 2011 destinati ai cenoni

2 anni fa
22 Dicembre 2018
di redazione herald

Il pericolo che sulle nostre tavole imbandite a festa per il Natale finisca cibo avariato, o in cattive condizioni, è più che reale. La Guardia Costiera, nell’ambito dei controlli che sta eseguendo in tutta Italia, ha sequestrato circa 11 tonnellate di pesce destinate ai cenoni di tutta Italia. Molti Tir e container giungono nei nostri porti dagli altri Paesi del mediterraneo carichi di cozze, vongole, fasolari e ostriche.

Addirittura, in alcune aziende nei pressi di Bisceglie, in Puglia, sono stati poste sotto sequestro 4 tonnellate di polipi, calamari e seppie congelate, alcune con scadenza addirittura risalente al 2011. Per i consumatori si raccomanda la massima prudenza nell’acquisto.