Operazione interforze tra Giugliano e Marcianise: denunce e sequestri

9 mesi fa
27 Maggio 2020
di redazione herald

Terra dei Fuochi, Operazione interforze tra Giugliano e Marcianise. Un vero e proprio “Action day” interforze è stato eseguito nella “Terra dei Fuochi” nell’ambito dell’ “Operazione ripartenza”. Si tratta di un’azione mirata al contrasto del fenomeno dei roghi in Regione Campania, nei territori di Giugliano, Villaricca e Marcianise.

“L’operazione ripartenza – spiega la nota della Prefettura di Napoli – è mirata al controllo di specifici territori e di specifiche filiere produttive”. “Quella odierna – continua la nota – è stata dedicata alla filiera dei pneumatici e a quella del tessile.”

Operazione interforze tra Giugliano e Marcianise

“L’operazione proseguirà – continua il comunicato – con diversi interventi per tutto il prossimo mese di giugno al fine di contrastare il riacutizzarsi di fenomeni di discarica abusiva e conseguenti roghi di rifiuti dopo la fine del lockdown”.

Complessivamente sono state sequestrate aree abusive con cumuli di rifiuti derivanti da scarti di lavorazione di attività illecite per un totale di 6.500 mq. In campo 21 equipaggi per un totale di 57 unità appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito, ai Commissariati di PS di Giugliano in Campania, ai Carabinieri Forestali delle Stazioni di Giugliano in Campania, alla Compagnia della Guardia di Finanza di Giugliano e del Reparto Operativo Aeronavale della GdF di Napoli, alla Polizia Metropolitana e all’Arpac.

Tutte le sanzioni

Sono state sanzionate quattro attività commerciali e posta sotto sequestro un’attività imprenditoriale. Sono 8, invece, le persone identificate. Di queste 2 sono state denunciate e 1 è un lavoratore irregolare. Sono stati sequestrati 13 autoveicoli e circa 400 pneumatici. Tra i provvedimenti, la decadenza di un reddito di cittadinanza. Ammontano a circa 3000 euro, per il momento, le sanzioni comminate. Vedi anche: Riapre la meravigliosa Reggia di Carditello: visite e lezioni di yoga.