Sport

Napoli-Genk, la partita che vale una stagione: è l’ora della verità

di  Pasquale Pollio  -  10 Dicembre 2019

Sono trascorsi quarantotto giorni dall’ultima vittoria in campionato, ed il Napoli al momento viaggia ad una media salvezza che lo vede ancora distante otto punti dall’agognato quarto posto che significherebbe ancora “Champions”: un risultato fondamentale per la società che in mancanza di quegli introiti dovrebbe rivedere le politiche societarie, non escludendo la possibilità di una rivoluzione in ogni caso da parte di Aurelio De Laurentiis. Attualmente il monte ingaggi del Napoli è infatti troppo alto, almeno per potersi permettere di restare, anche solo per un anno, fuori dalla massima competizione europea. A poche ore da Napoli-Genk gli azzurri, quindi, sanno che stanno per giocarsi tutto.

Di cosa ha bisogno il Napoli per raggiungere la Champions

Oggi più che mai c’è bisogno di un’immediata inversione di tendenza, cosa che si ci aspettava a partire da Udine e che non è arrivata. Certo non si può pensare che tutto si risolva con un avvicendamento della guida tecnica, in quanto la squadra è stata costruita in agosto senza tenere conto delle lacune evidenti della rosa, sia in termini numerici e sia – probabilmente – in termini qualitativi. La squadra va rinforzata nel mercato di gennaio, ma bisogna decidere immediatamente se confermare o meno il tecnico anche per la prossima stagione, altrimenti qualsiasi operazione risulterebbe vana: non si può costruire una squadra senza conoscere le esigenze di chi la deve guidare. Napoli-Genk è quindi più di una semplice partita.

Vi aspetto stasera dalle ore 21  a Goleada Azzurra su Partenope TV, per i commenti a caldo di Napoli Genk insieme a Paola Mercurio e gli ospiti in studio Gianni Improta, Salvatore Di Rienzo e Peppe D.Rufy