La notte Nba: Gallinari regna, vittoria per Miami

2 anni fa
21 Dicembre 2018
di michele brugnara

Una notte mite, per l’Nba, con solo due partite in programma con risultati e spunti interessanti.

Houston 99 – Miami 101

I Rockets continuano la loro stagione sulle montagne russe e perdono sul filo di lana la partita all’American Airlines Arena: Harden chiude con discrete statistiche individuali (32-6-12 per lui) ma contornate da un pessimo 7/23 al tiro, che è pesato a Houston soprattutto nella parte centrale del match; per i Rockets la partita era cominciata male fin da subito, con Paul costretto a lasciare il campo dopo soli 12 minuti per un problema al tendine del ginocchio, che lo terrà probabilmente fuori per un po’ di tempo (si attende l’esito degli accertamenti) . Per Miami una prestazione solida e di squadra, soprattutto a rimbalzo (+20 per gli Heat), grazie ad un ottimo Richardson (22-6-7).

Dallas 121 – L.A. Clippers 125

Partita molto divertente, sempre in equilibrio, e soprattutto infuocata dal duello tra il rookie delle meraviglie Luka Doncic e il nostro Gallinari, entrambi autori di una prova maiuscola da 32 punti. Se per lo sloveno questo è il career-high (alla sua trentesima partita in NBA), condito con 4 rimbalzi, 5 assist e 4 rubate, a dimostrazione – semmai ce ne sia ancora bisogno – che si tratta di un. predestinato, Danilo può essere considerato l’MVP della notte, grazie al suo 69% dal campo e ovviamente alla vittoria portata a casa dai suoi. Altre prestazioni di rilievo sono quelle dalla panchina di JJ Barea (DAL) con 19 pts e 8 ast e il solito Lou Williams (LAC) che ne segna 26 con soli 12 tentativi dal campo (e 8 assist anche per lui).