Iniziato a Brescia il nuovo processo a Felice Maniero “Faccia d’angelo”

7 mesi fa
19 Maggio 2020
di redazione herald

Il nuovo processo a Felice Maniero. È iniziato questa mattina a Brescia il processo a carico dell’ex boss della Mala del Brenta Felice Maniero, altrimenti detto Faccia d’angelo. Maniero è in carcere dallo scorso ottobre accusato di maltrattamenti psicologici e fisici nei confronti della compagna.

Marta Bisiello, compagna di Maniero, ha chiesto e ottenuto l’estromissione dei giornalisti dall’aula di tribunale. La signora Bisiello verrà ascoltata come parte lesa e sarà presente in aula insieme alla figlia maggiorenne.

Il nuovo processo a Felice Maniero: giornalisti estromessi per volere della compagna

L’ex capo della Mala del Brenta, in collegamento video dal carcere, si è espresso negativamente sulla estromissione dei giornalisti. Lo stesso presidente di sezione Roberto Spanò non aveva manifestato alcun problema alla presenza degli stessi.

Si è detta invece contraria il pubblico ministero Lorena Ghibaudo, che ancora prima dell’inizio dell’udienza ha preteso che i giornalisti lasciassero l’aula.

“L’aula è piccola e per motivi di sicurezza sanitaria chiedo che la stampa resti fuori oltre al fatto che parte lesa ha chiesto le porte chiuse”, ha detto il pubblico ministero.

Chi è Felice Maniero, Faccia d’Angelo?

Classe 1954, Faccia d’angelo è stato un criminale che ha terrorizzato negli anni Ottanta buona parte del territorio veneto con rapine spettacolari, assalti a portavalori e altri reati. È il fondatore della Mala del Brenta, la prima organizzazione di stampo mafioso autoctona operante in Veneto, raccontata nella miniserie di Sky “Faccia d’angelo”.

Nel 1995 è diventato un collaboratore di giustizia e con le sue dichiarazioni ha contribuito a smantellare la sua ex banda. È tornato in libertà nel 2010. Nell’ottobre scorso è stato nuovamente arrestato con l’accusa di maltrattamenti nei confronti della compagna.
Vedi anche: Film Amazon Prime da vedere: ecco la lista dei migliori 10.